Mese: Novembre 2021

eyes, fear, female-394175.jpg

LE EMOZIONI SONO MIE ALLEATE O MIE NEMICHE?

Ti sei mai chiesta quale sia l’emozione piu’ limitante per la tua crescita personale?

Sono sicura che la prima risposta che ti viene in mente è la rabbia, perchè ha una capacità altamente distruttiva, soprattutto quando non si è in grado di tenerla sotto controllo, e sono pochi quelli che la sanno gestire!

Mi dispiace deluderti, ma nonostante le sue ampie potenzialità, il podio spetta alla paura, ebbene si proprio lei! E sai perchè? Perchè è molto molto limitante, in quanto a volte blocca l’azione in modo irrimediabile, scatenando e portandosi dietro tutta una serie di altre emozioni, tra cui anche la rabbia!

Quante persone per paura di essere derise o attaccate, lo fanno per prime? Gli stessi “bulli” sono, di solito, (ma non sempre) i bambini piu’ spaventati e insicuri! Se hai paura di fare una cosa, difficilmente lo ammetti, ma troverai tutta una serie di motivi per non agire, tipo che vanno ponderate tutte le possibilità, o che non è il momento giusto perchè bisogna aspettare tempi migliori, e potrei continuare ancora con mille altre scuse.

Sicuramente la paura ha anche un aspetto positivo, come tutte le emozioni. E’ funzionale ad aiutarci a proteggerci dai pericoli, ci predispone all’azione immediata per affrontare situazioni improvvise, salvandoci da eventi fortuiti, però ha anche il suo lato negativo, quando è talmente radicata nella nostra mente, che diventa cronica, fino a cronicizzare anche le nostre azioni.

E perchè noi gli diamo retta, nonostante sappiamo che non è funzionale? Perchè il nostro cervello ha paura dell’ignoto e preferisce la solita realtà che, seppure limitante, si conosce, e permette di conoscere i pro ed i contro, anche se non è affatto stimolante. Ora che poi lo trovi scritto nero su bianco, sono sicura che anche tu, come me, penserai che si, in effetti è piu’ pratico fare sempre le stesse cose, anche se sono noiose, ma almeno sappiamo quali sono i risultati. E se poi sperimentando qualcosa di nuovo rischiamo di perdere anche quel poco che abbiamo già?

E questa ultima domanda, è quella da un milione di dollari alla quale dovremmo porre attenzione se vogliamo veramente iniziare a portare un cambiamento nella nostra vita. Attenzione, non dico di mollare tutto e tutti e partire per l’India prendendosi un anno sabbatico! Però sicuramente facendo sempre le stesse cose, si otterranno sempre gli stessi risultati. Se vuoi ottenere qualcosa di diverso, devi compiere nuove azioni…. su questo direi che non ci piove, sei d’accordo con me?

carnival, masks, ornament-3089681.jpg

ESSERE O NON ESSERE….QUESTO E’ IL PROBLEMA!!!

Se ti facessi una semplice domanda, Chi sei? Sapresti rispondere? Io me la sono fatta ed onestamente, è una delle domande piu’ difficili alle quali rispondere e per dirla tutta, non sono sicura di avere la risposta giusta.

E allora mi sono chiesta, perchè è così difficile rispondere ad una domanda così semplice e ancora, se ne vale veramente la pena.

Ecco, secondo me si, è decisamente importante saper rispondere a questa domanda, ma contemporaneamente, ritengo che non esista una risposta univoca!

Se mi avessero chiesto chi sono 10 anni fa, avrei dato una risposta diversa da quella che darei adesso, perchè poi con le esperienze della vita si cambia il modo di vedere il mondo e di conseguenza, anche quello di vedere se stessi! Sicuramente ciò che è importante per rispondere a questa domanda, è guardarsi con onestà, togliendoci di dosso le maschere che gli altri, con il loro vissuto e le loro esperienze ci attribuiscono.

Pensaci bene: tu sei come ti vede tua madre? O sei come ti vede tuo marito? O tuo figlio? O la tua migliore amica? Vedi quanti status e quante maschere puoi avere, a seconda della persona con la quale tu ti relazioni, ma sebbene queste visioni siano importanti, è fondamentale che non dimentichi di guardarti allo specchio e di dirti tu chi sei veramente: cosa vedi quando ti specchi, chi vorresti vedere e perchè!

Sono queste le vere domande che possono muovere qualcosa dentro e portarti ad un cambiamento e credimi, non è detto che siano piacevoli, ma è fondamentale guardarsi e riconoscersi. Esattamente, RICONOSCERSI.

Ed infine, un passo ulteriore e non meno importante, dopo essersi visti, soprattutto se si è deciso di intraprendere la strada del cambiamento, è quella di essere amorevoli con il proprio passato, perchè ormai non si può piu’ cambiare, e guardare al presente, con un occhio al futuro, inteso come l’obiettivo che vogliamo raggiungere.

Stare bene con se stessi è un lavoro difficilissimo, ma fondamentale se si vuole vivere bene e poichè la vita è una sola, è il caso di fare un investimento in questo senso. Dimmi , ha un senso diverso ora guardarti allo specchio?